Autunno in Toscana: cinque sagre gastronomiche da non perdere

Autunno 2015 in Toscana

 

Arriva l'autunno ed è tempo di sagre in Toscana. Un calendario fitto di appuntamenti per riscoprire i sapori tipici e le tradizioni della regione, e immergersi nell'atmosfera conviviale che caratterizza una delle regioni più famose d'Italia. Abbiamo selezionato gli appuntamenti più caratteristici da visitare. Preparate lo spirito. E il palato!

 

1. Sagra del Tordo

Giunta alla 58esima edizione, questa colorata sagra è un appuntamento solito per gli abitanti di Montalcino (SI), che anche questo autunno si riuniranno nello splendido centro senese l'ultimo fine settimana di ottobre, a cavallo tra il 24 e il 25 [scopri i migliori hotel a Montepulciano]. Si tratta della più antica fra le sagre della regione, risale al 1958, e porta in rassegna una vera e propria festa medievale: nei Quattro Quartieri sotto le mura della Fortezza si assaggerà il famoso tordo arrosto e tante altre ricette tipiche, come le pappardelle al cinghiale, la lepre in scottigli a con spinaci e tanti altri sapori locali accompagnati dal buon vino di Montalcino. Sullo sfondo, il corteo degli abitanti in costume medievale, musica e balli spensierati. 

 

2. Sagra del Marrone e del Porcino

C'è tempo fino alla fine del mese per immergersi nell'atmosfera colorata della Sagra del Marrone e del Porcino, in rassegna nel comune di Scarlino (GR) per tre fine settimana consecutivi [scegli dove alloggiare a Scarlino]. Al centro del piccolo borgo incontrerete una pentola gigante in cui vengono arrostite le castagne, e tutto intorno dominano i sapori e le tinte della maremma, fra piatti tipici, dolci prelibati, spettacoli musicali e interessanti mercatini. 

 

3. Festa della Castagna

Per celebrare il ritorno della castagna, tradizionale protagonista dell'autunno toscano, gli abitanti di Montemurlo (PO) fanno festa per un'intera giornata: domenica 8 novembre ci si incontra tutti nella Piazza del Castello, al centro del borgo, dove convergono le vedute dei suoi edifici più belli e importanti, come il Castello fortificato e la sua torre merlata e la Pieve di San Giovanni Battista Decollato. Preparate il palato a degustare i sapori d'autunno tra cui, oltre alle famose castagne, anche la fettunta e il castagnaccio da accompagnare a del buon vino novello

 

4. Sagra del Porcino e della Chianina

Durante tutti i fine settimana che ci separano dal primo di novembre, Castelfranco di Sotto (PI) apre le porte ai visitatori della nota Sagra del Porcino e della Chianina, ispirata dalla vocazione di custodire le specialità locali tra cui l'allevamento della Chianina, appunto, antica tradizione perpetrata nella piana dell’Arno castelfranchese. Per l'occasione, la via Provinciale Francescana Sud 30-32 è costellata di stand gastronomici che aprono la scelta ai gusti più disparati: dai primi tipici come i tortelli freschi al ragù di Chianina ai secondi di carne come la rosticciana o la trippa. Fra i contorni classici del posto, sarebbe un controsenso perdersi un assaggio dei maestosi funghi porcini.

 

5. Sagra della Lepre

Se non avete mai assaggiato le pappardelle al sugo di lepre e la lepre in salmì, eccovi un'occasione da non perdere: il prossimo weekend, nel comune di Terricciola (PPI), si tiene la 28ª edizione dell'omonima sagra. I visitatori si incontrano il sabato dalle 19:00 per cenare insieme, o in alternativa la domenica anche a pranzo. Tutto intorno non mancano gli intrattenimenti: mostre, musica, balli e mercatini di bellissimi oggetti tipici fra cui rovistare.

 

[Photocredit: Rossella

Siete qui >
Autunno in Toscana: cinque sagre gastronomiche da non perdere
Cerca Hotel
Cerca Hotel